LEGISLAZIONE

L’Operatore  risponde …..

C’è una legislazione di riferimento per la vostra professione?
La legge n. 4 del  14 gennaio 2013, promulgata in materia di (http://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2013/01/26/13G00021/sg) professioni non organizzate in ordini e collegi, disciplina anche la professione dello shiatsu.  Tale legge stabilisce diritti e doveri per i professionisti e le associazioni, apre nuovi orizzonti e porta importanti novità soprattutto a tutela del consumatore; approvata sul finire della scorsa legislatura dopo anni di lotta e di attese, coinvolge circa tre milioni di cittadini italiani.
L’Operatore shiatsu, nell’espletamento della sua professione, proprio in ottemperanza alle disposizione della legge, su ogni documento che esprime la sua professione ha l’obbligo di specificare che è una  professione disciplinata ai sensi della legge 4/2013.

Quali sono le misure adottate dalla FISieo per l’applicazione della legge?
La FISieo  è impegnata attivamente nella sua applicazione, integrando  la propria organizzazione; così, accanto al Codice deontologico e di autodisciplina degli Operatori aderenti, al Collegio dei Probiviri istituito a tutela di Clienti ed Operatori, alla Commissione d’esami per l’iscrizione al Registro Operatori Shiatsu (R.O.S.), ha introdotto la certificazione dell’aggiornamento continuo, ha richiesto ed ottenuto l’iscrizione all’elenco delle associazioni al Ministero di Giustizia, ha istituito lo sportello  di riferimento del cittadino/consumatore, ecc.